Storia del mandarino

Il mandarino possiede un particolare tipo di frutto chiamato esperidio, e la sua polpa è formata da un grande numero di spicchi pieni di succo; il succo contiene grandi quantità di vitamina C, flavonoidi e olii essenziali.

La nostra azienda è specializzata nella coltivazioni di una varietà chiamata Oronules, la quale appartiene al gruppo delle Clementine.

Le origini del mandarino

Il mandarino proviene dalle zone tropicali dell'Asia. Si pensa che il suo nome è dovuto al colore dei vestiti qu usavano i Mandarini, governanti dell'antica Cina. Si può affermare che è un frutto originario di Cina e Indocina. La sua coltivazione fu introdotto in Europa nel XIX secolo. Nella comunità Valenciana (Spagna) si coltiva il 90% del mandarino di Spagna.

Etimologia del nome

Interessante l'etimologia del nome. Nel 1828, quando il frutto fece la sua comparsa nel Mar Mediterraneo, lo si chiamò mandarino a causa della sua origine che si supponeva cinese. Tutti sapevano che in Cina le massime autorità erano appunto i "mandarini", perciò sembrò giusto dare lo stesso nome a questi nuovi frutti altrettanto nobili ed altrettanto… pallidi in confronto delle arance loro sorelle. L'appellativo scherzoso ed irriverente non tardò a diventare la denominazione ufficiale.

Fonti (si apre in una nuova finestra)